Le Specialità delle Dolomiti puntata 1: LO SPECK E I CANEDERLI

Come promesso inizia la mia avventura culinaria tra le ricette e la cucina sudtirolese partendo proprio dallo speck.Speck_5

Per i contadini del Sudtirolo la conservazione della carne macellata di fresco era sempre stato un problema. Come unica soluzione la carne in passato veniva salata e messa in una salamoia mista di acqua e vino, successivamente seccata e affumicata creando così lo speck, che ancora oggi viene preparato in questo modo.

Lo speck può essere gustato con il pane tagliato a fettine sottili oppure utilizzato per perfezionare il gusto di varie pietanze come i Canederli allo speck in brodo oppure per la Padella tirolese (Tiroler G’rostl). Ha un particolare sapore affumicato adatto anche a pietanze raffinate come il fegato o zuppe d’orzo.

Per lo speck va utilizzato un pane robusto che ancor oggi viene prodotto da diverse panetterie del Sudtirolo spesso aromatizzato con spezie qauli sesamo, finocchio, cumino e coriandolo Un pane tipico è la tortina di pane piatto fatto di farina di segale con impasto di pasta fermentata, internamente morbide ed esternamente croccanti.

Per esaltare al meglio lo speck vi propongo una ricetta classica facile facile dove lo speck la fa davvero da padrone: i Canederli allo speck in brodo!

TEMPO DI COTTURA: 15 minuti circa

DIFFICOLTA’: facile

Tagliare a pezzettini 3/4 pagnotte rafferme (circa 200 gr) e metterle in una casseruola, aggiungere 150 g di speck tagliato a dadini e 1 cucchiaio di prezzemolo tritato finemente. Sbattere 3 uova intere con 2 tazze di latte caldo e cospargere l’impasto del pane. Mecolare bene il tutto e lasciare riposare per circa 20 minuti, coprendo il tutto con un tovagliolo o uno strofinaccio (durante i 20 minuti ricordate di mescolare di tanto in tanto il pane in modo che l’impasto assorba bene e in modo omogeneo dappertutto il liquido, infatti il pane deve diventare umido e morbido senza spappolarsi). Nel frattempo rosolare nel burro 1 cipolla piccola tagliata a dadini, quando la cipolla sarà ben rosolata e raffreddata aggiungerla all’imposto insieme a 80 g di farina 0. Salare e amalgamare bene il tutto con cautela e lasciare a riposo l’impasto per almeno mezz’ora per far si che tutti gli aromi dei vari ingredienti si fondano insieme. Passata la mezz’ora formare delle palle piccole e ben compatte di circa 8-10 centimetri (per evitare che il composto appiccichi troppo le mani bagnatele di tanto in tanto con dell’acqua). Cuocere i canederli tutti insieme in 2 litri di brodo di carne saporito per circa 15 minuti e servirli nel brodo ben caldo, cospargendo con erba cipollina.

CONSIGLIO: Qualora l’impasto risultasse troppo potete conservarlo chiuso in un contenitore ermetico e posto in frigorifero per un paio di giorni al massimo.

Annunci