LA TORTA SBRISOLONA

La sbrisolòna (anche detta sbrisulòna, sbrisolìna, sbrisulùsa o sbrisulàda) è un dolce del Nord Italia originario della città di Mantova. Il nome deriva dal sostantivo brìsa, che in mantovano vuol dire briciola e pare che la ricetta risalga a prima del ‘600 quando arrivò anche alla corte dei Gonzaga. Si tratta di una torta di povere origini, all’inizio infatti gli ingredienti erano quelli tipici della tradizione contadina (farina di mais, strutto e nocciole) che negli anni si sono raffinati.

Oggi vi presento la mia ricetta che ha riscosso molto successo tra parenti e amici!

TEMPO DI COTTURA: 45/50 min. in forno statico a 180°

DIFFICOLTA’: facile

Mescolare insieme 200 g di farina 00, 200 g di farina di mais (fioretto), 150 g di zucchero semolato e 150 g di mandorle sgusciate tritate finemente, aggiungere 220 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente, 2 tuorli d’uovo e una bacca di vaniglia o un pizzico di scorza di limone (a scelta). Amalgamare il tutto velocemente facendone non un impasto omogeneo, far cadere a pioggia piccoli ciuffi nello stampo imburrato o ricoperto con carta da forno. Formare uno strato di un paio di centimetri di spessore senza schiacciare l’impasto sul fondo dello stampo e aggiungere a pioggia, per guarnire, 50 g di mandorle non sgusciate tagliate grossolanamente al coltello e 50 g di zucchero semolato. Infornare a forno già caldo (180°) statico per circa 50 minuti. La torta dovrà risultare dorata, asciutta e molto friabile.

CONSIGLIO: questo dolce va servito spezzato con le mani accompagnato con un vino liquoroso come il Malvasia, il Vin Santo o il Passito di Pantelleria.

Annunci

BISCOTTI CON GOCCE DI CIOCCOLATO BIANCO

In questo periodo mille problemi mi stanno attanagliando, quindi ho deciso di annegare la tristezza e i brutti pensieri in piccoli dolci casalinghi davvero buoni e veloci da preparare…provare per credere!!!

TEMPO DI COTTURA: 12 min. in forno ventilato a 180°

DIFFICOLTA’: facile

Mescolare 200 g di farina 00 con 100 g di zucchero di canna grezzo, aggiungere un pizzico di sale e mezza bustina di lievito per dolci. Al composto mescolare 1 uovo, 1 tuorlo, 100 g di burro sciolto a bagnomaria e 100 g di gocce o scagliette di cioccolato bianco (io di solito uso cioccolato bio o del mercato equosolidale perchè migliore in tutti i sensi), mescolare a fondo fino a creare un panetto liscio e morbido (mettendo il lievito nella pasta frolla non è necessario far riposare il composto prima di lavorarlo o se necessario si può far riposare il tutto in una terrina ricoperta da un panno per massimo 10 min.). Per fare i biscotti avete due possibilità: stendere il panetto su un piano ricoperto di farina e ritagliare i biscotti con un coppapasta o un bicchiere, oppure riempire con il composto formine da forno di vario genere che facilmente si trovano in commercio. Cuocere i biscotti in forno ventilato portato a temperatura di 180° per 12 min.

CONSIGLIO: per rendere i biscotti più dorati e dolci potete spolverarli di zucchero di canna grezzo prima di infornare.